Dati sull’impianto fotovoltaico

 

L’impianto è stato ammesso agli incentivi del conto energia, pertanto riceveremo € 0,445 per ogni kWh di energia elettrica prodotta, per 20 anni, e usufruiremo dello scambio sul posto con l’ENEL (ossia pagheremo all’ENEL solo l’energia prelevata in più rispetto a quella prodotta).

19278
Potenza installata (kWp)
19278
Potenza installata (kWh)

8
Eq. numero di abitazioni
350
CO2 Risparimata (ton)

L’investimento, pari a circa € 124.820 (Iva inclusa), è stato finanziato in gran parte dai soci con capitalizzazioni e prestiti, ma anche grazie ad un contributo del Comune di Ozzano (€24.964) e contraendo un mutuo (€25.000) decennale con Banca Etica.
L’impianto fotovoltaico è stato progettato e installato dalla Coop. sociale Cerro Torre ed è assicurato dal Consorzio Sociale Caes.

12482
Investimento

L’impianto FV è costituito da 126 moduli in silicio poli-cristallino ad alta efficienza (marca Sharp) ed in grado di produrre la massima potenza anche sotto condizioni di bassa luminosità. I pannelli FV sono stati collocati sulla copertura di un capannone, ad un’altitudine di 300 m.s.l.m, occupando una superficie di 162 mq, con una inclinazione di 18° rispetto al piano orizzontale e un orientamento rispetto al sud (Azimut) pari a +30°. La potenza installata è di 19,278 kW e l’energia annua producibile è stata stimata in 21.849 kWh.
I pannelli FV sono garantiti 20 anni, mentre gli inverter (che convertono l’energia continua prodotta in energia alternata prima di essere immessa in rete) sono garantiti per 5 anni.

Arte pulita
Durante l’installazione dell’impianto FV abbiamo avuto ospite per un mese, presso il nostro bio-agriturismo, un artista austriaco molto eccentrico: Nicholas.
Sotto forma di scambio alla pari e con un piccolo contributo del Parco per l’acquisto dei materiali, Nicholas ha realizzato, sulla facciata est del fienile, un bassorilievo che illustra, da una parte, un mondo che utilizza come fonte energetica i carbon fossili e, dall’altra parte, un mondo che utilizza la fonte d’energia più sensata: il sole.
La parte sinistra del bassorilievo è stata realizzata utilizzando come materiale il cemento bianco, mentre la parte destra usando terra cruda e paglia.